Medie strutture di vendita (da 151 a 1500 mq) - Comune di Castegnato

IL COMUNE | Uffici Comunali | Ufficio commercio-SUAP | Medie strutture di vendita (da 151 a 1500 mq) - Comune di Castegnato

Medie struttureSono medie strutture di vendita gli esercizi che hanno una superficie di vendita compresa fra i 151 mq e i 1500 mq.

Ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale 04/07/2007, n. 8/5054 la superficie di vendita di merci ingombranti, non facilmente amovibili ed a consegna differita (mobilifici, concessionarie di automobili e di altri veicoli a motore, rivendite di legnami, materiali edili, tipologie simili alle precedenti) è calcolata in misura di 1/8 della superficie lorda di pavimentazione. In tali esercizi non possono essere introdotte o vendute merci diverse da quelle aventi le caratteristiche sopra tassativamente indicate, salvo che si chiedano e ottenga l'autorizzazioni sopra citata per l’intera ed effettiva superficie di vendita. 

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Ai sensi del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114 l'apertura, il trasferimento di sede e l'ampliamento della superficie nell'intervallo dei limiti stabiliti per le medie strutture di vendita sono soggetti ad autorizzazione rilasciata dal Comune competente per il territorio sulla base degli atti di programmazione territoriale e sulla base delle disposizioni regionali.

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dall'art. 5 ai sensi del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114. In particolar modo, per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico non alimentare è necessario essere in possesso dei soli requisiti soggettivi morali. Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico alimentare, oltre ai requisiti soggettivi morali sopra citati, è necessario essere in possesso anche dei requisiti soggettivi professionali .

L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto della richiesta di autorizzazione e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).

L'esercizio dell'attività è inoltre subordinato al possesso di eventuali autorizzazioni o titoli preliminari necessari allo svolgimento dell'attività oggetto della richiesta di autorizzazione (a titolo esemplificativo autorizzazioni scarichi/emissioni, certificato prevenzione incendi, licenze di Pubblico Spettacolo, ecc.).

Documentazione necessaria alla presentazione dell'istanza.

Modello COM2 - Esercizi di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita - domanda di autorizzazione 

In caso di commercio nel settore merceologico alimentare è necessario presentare successivamente all'ottenimento dell'autorizzazione di cui sopra apposita SCIA - Modello A come notifica sanitaria ai sensi del Regolamento Comunitario 29/04/2004, n. 852/2004 e ricevuta del pagamento dei diritti ASL.

Modulo: 

Modello A - Segnalazione certificata inizio/modifica attività (SCIA) 

Allegati: 

Planimetria dei locali destinati ad attività produttive 

Relazione tecnica descrittiva del ciclo produttivo e tecnologico dell'attività produttiva 

Ricevuta di pagamento diritti sanitari all'ASL 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il