Villa Baitella - Comune di Castegnato

SCOPRI CASTEGNATO | Cosa visitare | Villa Baitella - Comune di Castegnato

villa Baitella a Castegnato

 

VILLA LA BAITELLA (secolo XVII)

 

L’imponente villa settecentesca ha origine dalla famiglia di mercanti bergamaschi trasferitisi in Franciacorta nel XIV secolo, dove crearono la tenuta denominata “la Baitella”. Cinta da un muro di ciottoli di fiume e laterizi, la villa presenta un grande giardino a cui si accede grazie ad un’esedra che conduce alla facciata, distinta da un corpo centrale più elevato, arricchita da pinnacoli e camini alla veneziana. Nel retro si compone di due corti: l’una appartenente alla residenza signorile, l’altra agli ambienti rustici. La parte padronale è caratterizzata dall’asse longitudinale del corpo orientale del palazzo, composto da una galleria al piano superiore e da un porticato con volte a crociera al piano terra. All’interno si segnalano la presenza di sale affrescate, di arredi in stile novecentesco e di un fuoco degli anni Trenta di gusto razionalista; all’esterno, oltre ai rustici, il pozzo e la colombaia detta “torre dell’orologio”.

 

 


The eighteenth-century majestic villa has its origin from the family of merchants from Bergamo moved to Franciacorta in the XIV century, where they created the estate named "la Baitella". Fenced in by a wall made of river pebbles and bricks, the villa has a big garden leading directly from a exedra which leads to the front, separated by a higher central body, enriched by Venetian pinnacles and chimneys.
In the back there are two courtyards: one belongs to the stately home, the other one to the rustic areas. The part of the master is characterised by longitudinal axis of the oriental body of the palace, made of a gallery on the upper floor and a portico with cross vaults on the ground floor. Inside, in addition to frescoed halls, there are twentieth-century style furnishings and a fireplace of the Thirties with rationalist taste; outside, in addition to farm buildings,there are the well, the dovecote named "Torre dell'orologio" (Clock tower) and the chapel of San Francesco, built by the counts Martinengo Cesaresco.

 

Pubblicato il 
Aggiornato il